domenica 8 gennaio 2017

Tardi ma ancora buoni vero?

Buon Anno a tutte e tutti!!

(Bello eh per carità, ma anche basta gelo. Piazza Barberini oggi :)


martedì 13 dicembre 2016

La sinistra che vuole ripartire dalla Costituzione



    Un polo di sinistra che ha come programma ideale l’applicazione della Costituzione. Dopo il successo del «No» al referendum del 4 dicembre, la sinistra delle liste civiche, dell’associazionismo, in dialogo con Rifondazione, Altra Europa e una parte della costituenda Sinistra Italiana, rilancia l’allargamento del campo politico a realtà sociali e locali in una chiara opposizione al Pd e alle politiche neo-liberiste.

     Prossime tappe: domenica prossima un’assemblea a Bologna; entro gennaio, un’assemblea sul «metodo» per provare a unire un mondo plurale e litigioso. In primavera, se non ci saranno elezioni politiche, chiedere l’indizione dei referendum per abrogare i voucher, i licenziamenti illegittimi e per tutelare i lavoratori degli appalti indetti dalla Cgil che ha raccolto milioni di firme.

      Applicazione della costituzione e creazione di comitati per il «Sì» all’abrogazione del Jobs Act: queste sono le coordinate emerse da «Ricominciamo dal No(i)», un’assemblea che si è tenuta domenica scorsa a Roma, indetta dal raggruppamento delle liste civiche di sinistra «Le città in comune», «la politica di tutti», promossa da un appello sottoscritto tra gli altri da Giorgio Airaudo, Fabio Alberti, Maria Luisa Boccia, Stefano Fassina, Adriano Labbucci, Giulio Marcon, Sandro Medici. Un’alternativa alla proposta di Giuliano Pisapia (un’alleanza con il Pd di Renzi senza Verdini e Alfano) o al «centro-sinistra» con un Pd «derenzizzato».

    Si parla di una «sinistra sociale», un’idea presente anche in soggetti diversi da quelli che si sono auto-convocati a Roma (e a Bologna). Fino a oggi non si è manifestata in un’opzione politica concreta. «Vige una schizofrenia tra la volontà di costruire dal basso un “soggetto politico di sinistra” e la coazione a ripetere degli accordi tra le nomenklature dei partiti» (Paolo Ferrero, Rifondazione). In questo risiko va aggiunta un’altra tessera: il sindaco di Napoli De Magistris. Il sindaco ha inviato un messaggio all’assemblea. Un altro lo invierà all’assemblea di Bologna. Nel mezzo del percorso ci saranno i congressi dei partiti della sinistra. «C’è bisogno di una nuova soggettività politica» sostiene Nicola Fratoianni. Per Stefano Fassina «la Costituzione è inconciliabile con i trattati Ue. L’euro svaluta il lavoro».
 
      Prospettive, forse, diverse che si muovono in un mosaico di altri percorsi in atto nei movimenti e nei sindacati di base che hanno lanciato il «No sociale» negli scioperi e manifestazioni del 21 e 22 ottobre. «Vogliamo costruire uno spazio aperto e inclusivo – afferma Sandro Medici – C’è la spinta delle realtà locali e civiche che hanno vinto il referendum. Esiste una tensione sincera verso l’unità. Molte persone pensano alla sinistra come qualcosa che gli dà forza. Non vogliamo restare subalterni».

(di R. Ciccarelli, Il Manifesto del 13/12/2016)

sabato 19 novembre 2016

Il tutorial di De Luca per il SI

De Luca, le parole della violenza e la politica che perde il rispetto
Cari amici e amiche,
per caso qualcuno di voi è impegnato nella campagna referendaria? Distribuite volantini, parlate con le persone che incontrate ascoltando e rispondendo alle obiezioni, le invitate a partecipare a qualche dibattito organizzato dal vostro comitato locale per il NO ecc.?

Tutto sbagliato: il presidente della Regione Campania vi spiega come fare.

(foto Repubblica)

sabato 12 novembre 2016

Perché voterò NO

E chissenefrega diranno alcuni, bene così.
E poi ci sono in giro tanti articoli, tanti dibattiti, iniziative ecc. sul tema.
Per me la riforma detta schiforma Renzi e Boschi se la potevano proprio risparmiare, invece l'hanno fatta, ora si deve votare. Si dovrebbe - diranno quelli che "a me non interessa, tanto non cambia niente, sono tutti uguali" e invece sbagliano perché è la volta buona che se vince il SI possiamo mettere la pietra sopra su ogni qualsivoglia desiderio di democrazia in questo Paese.
Per non farla lunga, m'è capitato questo breve video che spiega alcune cose, poi magari ne riparliamo.
Buona domenica. :)

 

mercoledì 9 novembre 2016

Elezioni Usa 2016

Risultati immagini per nanni moretti elezioni berlusconi

Fatemela pija' un attimo a ride perché sono molto incavolata

http://giffetteria.it/gif/donald-trump-nanni-moretti/

Non ho capito tutto ma adoro questi porcellini col pelo alla Trump che si sorprendono  ;-)